Sostituzione Mutuo

Cos’è la sostituzione del mutuo

La Sostituzione del Mutuo è una formula che prevede la possibilità di recidere il contratto sottoscritto precedentemente con una banca, tramite l’estinzione del mutuo ed in seguito l’accensione di un nuovo mutuo ipotecario. Questa formula è importante perché consente di accedere a migliori condizioni. La sostituzione del mutuo comporta delle spese per i costi di chiusura del vecchi prestito e di apertura del nuovo finanziamento.

Sostituzione del mutuo e surroga, che differenze?

Molti cittadini confondono la surroga e la sostituzione tendendo a scambiare le due operazioni (complici anche la confusione consapevole delle banche al riguardo). Si tratta di un errore comune perché entrambe le due funzioni concedono l’utilissima possibilità di cambiare alcuni parametri fondamentali del mutuo e quindi accedere a condizioni più convenienti.

Attenzione! La differenza sostanziale sta nella gratuità della surroga.

Infatti, come scritto sopra, la sostituzione comporta delle spese e degli oneri a carico del cittadino, anche se ha il vantaggio di poter aprire un mutuo totalmente nuovo. La surroga, invece, è gratuita ed i mutuatari non devono pagare alcun costo alla banca perché ciò è di diritto e sancito come “gratuito e senza oneri e spese aggiuntive” dal Decreto Bersani del 2007:

Quali parametri posso cambiare?

La sostituzione permette di estinguere il vecchio mutuo con uno completamente nuovo. Questo ha un costo, ma anche qualche vantaggio. Di seguito sono elencati i cambiamenti possibili:

  • Tipologia di tasso d’interesse del mutuo: da variabile a fisso o viceversa. Anche altre tipologie come variabile con cap, a rata costante o tasso misto.
  • Ammontare della rata periodica
  • Frequenza del pagamento della rata: diminuire o aumentare il periodo di versamento delle rate. Per esempio da mensile a trimestrale e viceversa.
  • Modifica dello spread, e tassi di riferimento
  • Durata complessiva del mutuo: allungare od accorciare il tempo della restituzione, quindi il numero delle rate

I costi e le spese della sostituzione del mutuo

Il grande svantaggio della sostituzione, come abbiamo sottolineato più volte, sono i costi in più che si dovranno sostenere. Questo in contrapposizione, lo ricordiamo, alla surroga che è gratuita per legge. Le spese da sostenere saranno:

  • Costi bancari per la stipula del nuovo contratto.
  • Imposta sostitutiva.
  • Penale, se prevista dalla vecchia banca di estinzione anticipata del mutuo.
  • Spese notarili per l’obbligatorio atto notarile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *