Estinzione Anticipata Mutuo

L’estinzione anticipata del mutuo è l’operazione che permette di chiudere il finanziamento con il proprio istituto di credito.

Per tutelarsi dalle eventuali estinzioni prima del tempo le banche concentrano il pagamento degli interessi soprattutto nelle prime rate da pagare. In tal modo  sarà sempre meno conveniente per il mutuatario estinguere anticipatamente il proprio rimborso del debito.

In alcuni casi, l’estinzione anticipata, può essere obbligata per esempio se si abbia la necessità di cambiare casa e quindi mutuo; oppure diviene una scelta conveniente nella situazione in cui per esempio il tasso variabile sia salito molto e quindi c’è bisogno di chiudere per accenderne uno nuovo con tasso fisso.

Per estinguere il mutuo anticipatamente il cliente dovrà pagare alla banca una precisa somma di denaro, che viene calcolata in percentuale sul debito residuo solo se il mutuo è stato stipulato precedentemente al 2007. Si possono aggiungere alla penale d’estinzione anticipata, a seconda della banca, anche altre spese di chiusura del mutuo la cui cifra è normalmente fissa e di poca entità. Se il mutuo è stato aperto dopo il 2007 l’estinzione sarà gratuita.

Come fare per richiedere l’estinzione anticipata del mutuo

Il mutuatario deve fare richiesta alla propria banca, generalmente alla filiale erogante, o tramite la procedura prevista dal contratto se il mutuo è on line. Deve essere compilato un preciso modulo di prenotazione dei conteggi per la cessazione del rapporto.

Come abbiamo accennato sopra l’estinzione anticipata sia parziale che totale è gratuita se il mutuo è stato stipulato dopo l’entrata in vigore del Decreto Bersani del febbraio del 2007. Per i finanziamenti sottoscritti precedentemente, il mutuo risulterà a pagamento, ma con penali ridotte rispetto al passato. L’istituto di credito calcolerà il capitale che deve essere rimborsato per chiudere il prestito, prendendo in considerazione la somma da restituire, la rata ed eventuali altre spese.

Una volta seguita questa procedura, il denaro da versare sarà addebitato sul conto corrente e sarà fornita la documentazione relativa al completo pagamento del mutuo.

Il Decreto Bersani

In base all’art. 40 del Testo Unico Bancario, si ha la  possibilità di estinguere anticipatamente il proprio debito, sia totalmente che parzialmente.
Con il decreto Bersani bis, chi procede alla chiusura  anticipata del  mutuo acceso dopo il 2 febbraio 2007 non è soggetto al pagamento di alcuna penale a beneficio dell’istituto finanziatore. Se si desidera estinguere parzialmente il finanziamento, si dovrà versare il capitale utile a ridurre la parte restante del debito e la rata sarà nuovamente calcolata. Nel caso di estinzione totale si versa alla banca tutto il capitale residuo.
Per i mutui stipulati antecedentemente il 2 febbraio 2007, il Decreto prevede una riduzione delle panali previste da contratto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *