Mutuo Con Cap

I mutui con Cap hanno un tasso d’interesse variabile con l’aggiunta di una soglia prefissata in sede di stipula del contratto che va a bloccare l’aumento del tassi d’interesse entro una determinata percentuale. Come il mutuo a tasso variabile la rata di quello con il cap segue l’andamento dell’Euribor e ne segue le oscillazioni con l’eccezione, in caso di rialzo sopra la soglia prestabilita di blocco del valore del tasso.

Questa tipologia di mutuo ha riscosso particolare successo data la situazione travagliata e ricca d’incertezza dei mercati, momento che assiste a dei tassi d’interesse ai minimi e quindi destinati, teoricamente ad un inevitabile rialzo.

Vantaggi  dei Mutui con Cap 

Il grosso vantaggio di un mutuo con cap è legato al fatto di avere la convenienza del tasso variabile se l’andamento dei mercati è favorevole, mentre si ha la sicurezza di avere un tetto sopra il quale non si potrà andare a pagare e quindi una tranquillità su tutta la durata del mutuo da voi sottoscritto. Quindi nel caso sfortunato contrassegnato da un rapido innalzamento dell’ Euribor avrete la certezza di pagare un tasso variabile massimo prefissato al momento della stipula del contratto di mutuo.

Svantaggi dei mutui con cap

Prima di prendere una decisione e scegliere il un mutuo con cap si debbono prendere in considerazioni alcuni elementi assai importanti

  • Il livello di cap oltre il 6% potrebbe essere così alto da non essere necessario.
  • Il mutuo con cap costa di più in quanto utilizza uno  Spread generalmente più alto di 40 punti base (a volte 50 – 60) rispetto al tasso variabile tradizionale.

Per avere un risparmio qualora l’Euribor abbia una rialzo, bisogna considerare il tempo che questo tasso di riferimento rimanga superiore alla soglia, il cap, del nostro mutuo. Nel caso il periodo sia breve un variabile tradizionale avrebbe avuto si lo svantaggio di qualche mese caro, ma sul lungo periodo rimarrebbe più conveniente.

Consigli utili

Prima di accendere un mutuo con Cap bisognerebbe simulare il mutuo nel tempo e considerare l’andamento delle rate da pagare ipotizzando l’oscillazione dei tassi per verificarne la sostenibilità e la convenienza. Quindi è opportuno ponderare con attenzione i costi e i benefici tenendo conto degli svantaggi sopra elencati.

Sebbene il Mutuo variabile con Cap sia uno dei mutui più diffusi sul mercato e riscuota abbastanza successo tra i cittadini per la sua nota tranquillità della soglia, è bene riflettere a lungo prima di sottoscrivere questo tipo di tasso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *